OGM finalmente fuori dall’Italia: è BOOM di congratulazioni.

Redazione Gruppo ComunicareITALIA/

Redazione Roma Gruppo ComunicareITALIA – ore 19,30 – “Vivissimi complimenti dal Movimento per la Dieta Mediterranea, il Cibo sano e la Salute” alla Task Force per un’Italia Libera da OGM che ha condotto una grande battaglia di civiltà. Siamo felici di apprendere una bella notizia che lascia sperare e apre ad orizzonti ad un mercato che si chiama Italia, Qualità e Salute”. Lo ha dichiarato Anna Maria De Rose Coordinatrice Nazionale del Movimento.

Redazione Cosenza Gruppo ComunicareITALIA – ore 20,12 – ” Ringrazio tutti coloro i quali hanno reso migliore il futuro dell’Italia e di noi Giovani che non intendiamo andare via dal nostro Paese nel quale oggi, grazie a voi, sento di potere avere un futuro insieme alle Aziende impegnate nella produzione di Cibo Sano. Grazie. Lo ha detto Silvia Lanzafame A.D. di Dieta Mediterranea srl

Redazione Cosenza Gruppo ComunicareITALIA – ore 20,25 – “Un Grazie alla Task Force per un’Italia Libera da OGM da tutti coloro i quali studiano per rappresentare una società verde ed un futuro sostenibile. Siete stati davvero grandi e saremmo felici di avervi ospiti nel nostro Master”. Lo ha detto Luana Gallo, Ecologa, Direttore del Master in Green Economy, Dieta Mediterranea e Sostenibilità Ambientale del DiBEST – Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della terra dell’UNICAL – Università della Calabria.

Redazione Roma Gruppo ComunicareITALIA – ore 22,00 – “apprendiamo dell’esito del prestigioso lavoro della Task Force per un’Italia Libera da OGM premiato dal Tar del Lazio. Giunga a tutti il nostro più sentito ringraziamento per l’esito di una battaglia a difesa della salute umana e dell’ambiente. Saremmo onorati di avervi Partner primario dell”EXPO 2016. Bravi tutti e complimenti!”. Lo ha detto Eleonora Cafiero dellaFondazione “Paolo di Tarso” Capofila dell’EXPO MONDIALE DELLA DIETA MEDITERRANEA 2016 di Contursi Terme.

COMUNICATO STAMPA a cura di Ufficio Stampa ITALIA LIBERA DA OGM

ROMA, 24.04.14 – Il Tar del Lazio con una storica sentenza depositata oggi ha rigettato il ricorso presentato contro il decreto interministeriale che vieta la semina del mais MON810 geneticamente modificato. Pienamente soddisfatte le 39 associazioni della Task Force per un’Italia Libera da OGM.

ITALIA LIBERA DA OGM
La sentenza, che ha confutato tutte le motivazioni del ricorrente, viene apprezzata per la sua chiarezza espositiva e soprattutto perché rimette al centro della questione OGM il principio invalicabile di precauzione: “quando sussistono incertezze riguardo all’esistenza o alla portata di rischi per la salute delle persone” – si legge nella sentenza – “possono essere adottate misure protettive senza dover attendere che siano esaurientemente dimostrate la realtà e la gravità di tali rischi”.

Pertanto, “il contestato decreto rispecchia in toto le condizioni previste” per l’applicazione del principio di precauzione, essendo state tra l’altro provate le conseguenze negative per l’ambiente. La sentenza riconosce al decreto interministeriale impugnato il carattere di una misura di emergenza, la cui adozione è chiaramente ammessa dalle ultime pronunce della Corte di Giustizia.

OGM FUORI DALL’ITALIA GRAZIE A BATTAGLIA DI 39 ASSOCIAZIONI ITALIANE
Si tratta dunque di un risultato importante che sottolinea la necessità di garantire un corretto bilanciamento tra interessi tanto delicati quanto fondamentali: la libertà di iniziativa economica non può essere elevata a principio supremo se risultano in pericolo la salute delle persone, il benessere degli animali e l’ambiente.

La Task Force per un’Italia Libera da OGM sollecita infine il Governo italiano a impegnarsi quindi nel semestre europeo affinché l’Ue adotti una chiara regolamentazione sugli OGM che rafforzi la procedura di valutazione dei rischi e il diritto degli Stati Membri di vietare la coltivazione di OGM.

La Task Force per un’Italia libera da OGM è composta da:

Acli • Adoc • Adiconsum • Adusbef • Aiab • Amica • Associazione per l’Agricoltura Biodinamica • Assoconsum • As. Se. Me. • Campagna Amica • Cia • Città del Vino • Cna Alimentare • Codacons • Coldiretti • Crocevia • Fai • Federconsumatori • Federparchi • Firab • Focsiv • Fondazione Univerde • Greenaccord • Greenpeace • Isde • Lega Pesca • Legacoop Agroalimentare • Legambiente • Lipu • Movimento dei consumatori • Movimento difesa del cittadino • Slow Food Italia • Symbola • Uecoop • Una.api • Unci • Upbio • Vas • Wwf