ENS Cosenza e Movimento Dieta Mediterranea, insieme, per il bene comune

 Redazione ComunicareITALIA

Dieta Mediterranea e buone maniere alimentari saranno il tema dell’evento organizzato dall’ENS di Cosenzal’Ente nazionale preposto alla protezione e l’assistenza dei Sordi in Italia, in collaborazione con ilMovimento per la Dieta Mediterranea il Cibo Sano e la Salute ed una serie di importanti collaborazioni di settore sia dal mondo Istituzionale che Accademico. La Manifestazione si terrà oggi 27 aprile 2013 a Cosenza, presso la sede del Circolo Culturale – Ricreativo dell’ENS in Viale della Repubblica 221, alle 17.00. “La mission dell’ENS è l’integrazione delle persone sorde nella società, la promozione della loro crescita, autonomia e piena realizzazione umana” – ha dichiarato presidente dell’ENS Ugo Michele Passarelli” e, “in tal senso abbiamo accolto l’idea di riflettere insieme sull’importanza del prendere coscienza del Cibo che portiamo sulla nostra Tavola” – ha dichiarato la Coordinatrice Nazionale del Movimento Dieta Mediterranea, Cibo Sano e Salute Anna Maria De Rose. All’evento saranno presenti l’Ecologa Luana GalloPresidente dell’Accademia Nazionale della Dieta Mediterranea, l’Amministratore Delegato di Dieta Mediterranea srl Silvia Lanzafame, sostenitore dell’incontro con “Simply Med”, il Brand Etico Italiano che diffonde i Prodotti della Dieta Mediterranea provenienti dalle Aziende Contadine del territorio. L’Evento prende vita nell’ambito del Progetto “Dieta Mediterranea Futuro Alimentare” organizzato dalla Fondazione “Paolo di Tarso” in collaborazione con la Camera di Commercio di Cosenza. Un progetto che si propone di incentivare il consumo di prodotti della Dieta Mediterranea di cui il Territorio è ricco essendo, la celebre “Dieta” scoperta dal fisiologo Americano Ancel Keys da secoli praticata nelle fertili terre del Sud Italia, il futuro dell’Economia Agroalimentare poiché, oltre alle sue qualità salutistiche dovute alla combinazione di alimenti considerati dal mondo della Ricerca benefici per la salute dell’uomo, rappresenta anche la Dieta Alimentare meno “idrovora” ed eco sostenibile per il futuro dell’umanità. Essa, infatti, che nel 2050 giungerà a dover soddisfare le necessità di 9 miliardi di esseri umani. Condizione, questa, che richiederà un utilizzo razionalizzato dell’Acqua dolce e l’adozione di cibi che nella loro lavorazione, ne richiederanno minori quantità. La Coordinatrice nazionale del Movimento per la Dieta Mediterranea il Cibo Sano e la Salute ringrazia Nadia Manna, Ambasciatrice dello stesso Movimento e Segretario Provinciale ENS per essersi fatta portavoce e mediatrice di tale incontro.